La guida SEO definitiva per il 2023

È possibile che questo anno, il 2023, ti stia chiedendo se stai seguendo la direzione corretta per il tuo sito web e la strategia di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO). Forse hai come obiettivo quello di raggiungere le prime 3 posizioni su Google e stai cercando l’aiuto adeguato per realizzare ciò. Se questo è il caso, sei nel posto giusto.

In questa guida, riceverai informazioni importanti su due aspetti essenziali della SEO: quello tecnico e quello dei contenuti. Inoltre, i nostri specialisti offriranno il loro punto di vista su come prepararsi per il successo, cosa tenere in considerazione e cosa evitare durante il 2023.

La SEO è in un processo di cambiamento continuo e a volte può essere difficile valutare l’impatto delle ultime tendenze e di aggiornamenti. Anche i professionisti di marketing spesso faticano a tenere il passo con l’algoritmo di Google, che può avere un grande impatto sul successo delle loro strategie SEO. Ma non preoccuparti, abbiamo qualcosa di entusiasmante per te! I nostri esperti SEO ti offrono una visione del futuro della SEO nel 2023, insieme a consigli pratici per aiutarti a raggiungere i primi posti nei risultati di ricerca.

INIZIA CON UNA REVISIONE DELLA SEO

Per vedere miglioramenti nel 2023, è importante completare le attività che avevi in mente. Potresti averne dimenticate alcune o non aver prestato loro un’adeguata attenzione in precedenza. È anche consigliabile rivedere le ottimizzazioni che hai già effettuato in passato e chiederti se è necessario aggiornarle o se faresti qualcosa di diverso se le facessi ora. Se sei nuovo nel campo della SEO, potresti voler iniziare una strategia completamente nuova il prossimo anno. In ogni caso, è fondamentale dedicare del tempo nella tua agenda per rivedere e completare una checklist SEO.

quote

“Assicurati sempre che gli elementi di base siano in ordine, altrimenti non avrai l’opportunità di avere buoni posizionamenti nei ranking. In primo luogo, il mio consiglio è sempre quello di assicurarsi di partire da una buona base, in modo da non dover prestare troppa attenzione a questo in fasi successive. In secondo luogo, è fondamentale identificare la tua proposta di valore e le tue competenze come azienda, in modo da poter iniziare a creare contenuti utili in merito”.

Pim Razenberg, esperto SEO

Concetti di base della SEO

  • Crea un file Robots.txt
  • Assicurati che il tuo sito web sia indicizzabile
  • Trova gli strumenti SEO appropriati

Ricerca delle parole chiave

  • Identifica i tuoi concorrenti
  • Identifica i leader del settore
  • Trova varie combinazioni di parole chiave a coda lunga
  • Crea una panoramica delle parole chiave
  • Effettua un’analisi delle mancanze delle parole chiave
  • Seleziona le tue parole chiave principali
  • Analizza l’intento delle pagine che si posizionano nel ranking

SEO tecnica

  • Ispeziona le tue URL
  • Utilizza sempre protocolli HTTPS
  • Verifica la capacità di crawling
  • Assicurati che il tuo sito web sia compatibile con i dispositivi mobili
  • Controlla la velocità di caricamento
  • Verifica le catene di reindirizzamento (3xx)
  • Controlla i link rotti (4xx)
  • Verifica gli errori del server (5xx)
  • Assicurati di avere una struttura del sito pulita
  • Genera e presenta una mappa del sito

On-Page e contenuto

  • Controlla il contenuto duplicato sul tuo sito web
  • Gerarchia degli heading: struttura il tuo contenuto (H1, H2, H3)
  • Correggi i titoli duplicati
  • Correggi le meta descrizioni mancanti (155-160 caratteri + aggiungi una parola chiave)
  • Ottimizza le immagini per la SEO, pensa alle dimensioni appropriate delle immagini
  • Organizza i gruppi di argomenti
  • Utilizza i tuoi dati per affinare ulteriormente le aree di focus e le opportunità
  • Controlla/aggiungi tag canonici
  • Aggiorna i contenuti esistenti/obsoleti
  • Rispondi nel tuo contenuto alla domanda “La gente chiede anche” 
  • Utilizza regole pratiche per creare contenuti utili
    durante la scrittura del contenuto

SEO off-page

  • Analizza il profilo dei tuoi competitor
  • Trova i backlink di bassa qualità
  • Prendi di mira i link rotti dei tuoi competitor
  • Considera le Digital PR
  • Distribuisci correttamente i link a diverse pagine.
quote

“Prevedo che Google ridurrà ulteriormente il crawl budget per i siti web nel 2023, il che significa che le aziende dovranno concentrarsi sull’ottimizzazione dei loro siti web e rendere indicizzabili solo le pagine che sono veramente importanti.”

Dennis Akkerman, CEO

PRINCIPALI STRUMENTI PER IL 2023

Se vuoi diventare un esperto di SEO, è fondamentale disporre di strumenti di alta qualità che ti consentano di analizzare dettagliatamente i tuoi competitor. Per aiutarti a migliorare le tue pratiche SEO nel 2023, abbiamo preparato un elenco di strumenti che saranno molto utili.

Strumenti SEO da utilizzare:

  • Google Search Console
  • Screaming Frog
  • Google Analytics
  • Semrush
  • Ahrefs
  • Google ‘People also ask’
  • Moz
  • ChatGPT di OpenAI

Per saperne di più sui nostri strumenti SEO preferiti per il 2023!

quote

“Amo Google Search Console, a mio parere è il miglior strumento SEO disponibile. In primo luogo, ti mostra immediatamente quanto sei visibile rispetto al tuo pubblico e dove si trovano le grandi opportunità. Oltre a questo, chiarisce anche come il tuo sito web sta funzionando nel motore di ricerca e quanto del tuo sito web Google effettivamente vede (indicizza).”

Dennis Akkerman, CEO

IL CONTENUTO È LA CHIAVE NEL 2023

Nel 2023, il contenuto è fondamentale per distinguersi tra i competitor e dimostrare la propria conoscenza del tema. È cruciale creare contenuti originali e preziosi per i visitatori, poiché non è possibile permettersi di scrivere contenuti che non aggiungano valore.

Parleremo di alcune importanti novità per ottimizzare la tua strategia nel 2023, iniziando con il lancio del chatbot di OpenAI. 

Chat open AI

Questo chatbot ha suscitato grande interesse nel mondo della SEO ed è importante conoscere il suo impatto e come potrebbe influire in futuro.

quote

“Il chatbot di Open AI sta per cambiare tutto il mercato della SEO. Non bisogna copiare ciecamente il contenuto attraverso questa chat, perché è necessaria creatività, ma sicuramente può aiutare a ottenere idee. Potresti inserire alcune parole chiave lì e l’IA potrà organizzarle per intenzione.”

Dennis Akkerman, CEO

Open AI ha sviluppato un chatbot basato sull’intelligenza artificiale che mira a migliorare la comunicazione con gli esseri umani in modo naturale. Questo chatbot è in grado di ricevere istruzioni e svolgere compiti, tra cui la generazione di contenuti scritti. Tuttavia, non possiamo affermare che questo strumento sostituirà gli scrittori umani, ma piuttosto si tratta di uno strumento che potrà facilitare e ottimizzare il processo di scrittura dei contenuti.

quote

“Dal mio punto di vista, dovresti utilizzare strumenti per ispirarti. La creatività rimane molto importante perché l’IA può solo creare cose che già esistono su Internet, non può creare qualcosa che è nella tua mente.”

Dennis Akkerman, CEO

Ma basta con il futuro, immergiamoci in un breve viaggio nella storia della SEO!

AGGIORNAMENTI DI GOOGLE E IL LORO IMPATTO SULLA SEO DEI CONTENUTI

Un paio di anni fa, molti proprietari di siti web utilizzavano tecniche poco etiche e ingannevoli di SEO, note come “black hat”, ad esempio, includendo parole chiave in modo nascosto o camuffato nel testo o nel codice del sito web. In quel momento, l’importante non era tanto creare contenuti di qualità che apportassero valore agli utenti, quanto piuttosto concentrarsi sul fatto che il sito web ottenesse un alto posizionamento nei risultati di ricerca. Tuttavia, nel corso del tempo, le cose sono cambiate e anche Google. Ora, queste pratiche poco etiche non funzionano più e possono addirittura causare gravi penalizzazioni, poiché, come con altri trucchi del black hat, Google è riuscito a rilevarli e adattare i suoi algoritmi. Di seguito, esamineremo alcuni dei principali aggiornamenti dell’algoritmo di Google.

quote

“Google utilizza sempre più strumenti per comprendere meglio il contenuto, il che significa che nel 2023 si indicizzerranno i paragrafi con maggiore frequenza e verranno mostrati solo quei paragrafi anziché l’intera pagina.”

Dennis Akkerman, CEO

L’AGGIORNAMENTO DI BERT

Nel 2019, Google ha introdotto un importante cambiamento nel suo algoritmo chiamato BERT (Bidirectional Encoder Representations from Transformers). Questo aggiornamento ha migliorato significativamente la capacità di Google di comprendere il linguaggio naturale, inclusi il contesto e il significato di parole e frasi. Di conseguenza, Google ha iniziato a valorizzare maggiormente la naturalezza nella scrittura dei contenuti sui siti web.

In risposta all’aggiornamento BERT, Google ha lanciato un altro aggiornamento che ha avuto un impatto ancora maggiore. Nei paragrafi successivi, analizzeremo l’effetto di questo nuovo aggiornamento e le implicazioni che potrebbe avere per la SEO in futuro. Ma prima, parliamo dell’ultimo aggiornamento di Google: MUM.

L’AGGIORNAMENTO MUM

Nel giugno 2021 è stata presentato l’aggiornamento del Multitask Unified Model (MUM), uno strumento più avanzato rispetto a BERT, che aveva l’obiettivo di superare le barriere linguistiche e migliorare l’esperienza di ricerca. L’algoritmo non solo è in grado di comprendere il linguaggio, ma anche di generare linguaggio autonomamente. Inoltre, si concentra nell’analizzare i contenuti video, audio e immagini per fornire informazioni più precise e utili agli utenti nelle loro ricerche. Questo aggiornamento consente a Google di ottenere una comprensione più approfondita dei contenuti e offrire risultati più rilevanti.

L’AGGIORNAMENTO DEL CONTENUTO UTILE

Nell’agosto 2022, Google ha lanciato l’aggiornamento “contenuto utile” con l’obiettivo di migliorare l’esperienza dell’utente sulla piattaforma. A differenza degli aggiornamenti precedenti, questo aggiornamento si è concentrato nel mettere in contatto le persone con informazioni rilevanti e preziose. In sostanza, l’aggiornamento mira a fornire risultati di ricerca più utili e soddisfacenti per gli utenti.

quote

“L’aggiornamento del contenuto utile mira a premiare maggiormente il contenuto in cui i visitatori sentono di aver avuto un’esperienza soddisfacente, mentre il contenuto che non soddisfa le aspettative dei visitatori non funzionerà altrettanto bene”.

Google sull’aggiornamento

L’intenzione e la rilevanza del contenuto prezioso per Google sono evidenziate dal nome dell’aggiornamento “contenuto utile”. Di conseguenza, i siti web che già producevano contenuti preziosi non sono stati influenzati da questo aggiornamento.

Nel caso in cui ci siano dubbi sulla qualità del contenuto, Google ha creato una serie di domande per garantire che il contenuto sia aggiornato e utile per gli utenti. Queste domande possono aiutare a garantire che il contenuto non sia influenzato negativamente da futuri aggiornamenti.

Domande utili di Google che puoi rispondere per la tua attività

  • Hai un pubblico esistente o previsto per la tua attività o sito web che troverebbe il tuo contenuto prezioso se lo ricevesse direttamente da te?
  • È evidente che hai esperienza diretta e una profonda conoscenza del contenuto che condividi? Ad esempio, hai utilizzato un prodotto o un servizio specifico o hai visitato un luogo particolare?
  • Il tuo sito web ha uno scopo o un focus chiaro e definito?
  • Dopo aver letto il tuo contenuto, qualcuno si sentirà più informato e in grado di raggiungere il suo obiettivo?
  • Qualcuno che ha letto il tuo contenuto se ne andrà sentendosi soddisfatto dell’esperienza?
  • Stai prendendo in considerazione le nostre linee guida per gli aggiornamenti principali e le recensioni dei prodotti?

VEDI, PENSA E PRENDITI CURA DELL’UTENTE

Nel campo del marketing, viene comunemente utilizzato il modello conosciuto come “see, think, care and do” ovvero “vedi, pensa, prenditi cura e agisci” per descrivere le fasi che attraversa un cliente. Con l’aggiornamento recente, è cruciale considerare un ulteriore cambiamento nell’intento dei contenuti che vengono redatti.

  • La fase del SEE (ispirazione)
  • La fase del THINK (riflessione)
  • La fase del DO (acquisto)
  • La fase del CARE (costruire una connessione con l’acquirente)

Ancora molte persone scrivono contenuti con l’intento di vendere o persuadere il lettore nelle fasi del “pensare e fare” o “vedere e prendersi cura dell’utente”. Ma a causa della diffusione dei siti web a scopo commerciale, l’aggiornamento dei contenuti preziosi ha generato un cambiamento. Ora, i contenuti sono classificati con maggior successo se sono letteralmente “utili” e vantaggiosi. Pertanto, è importante aggiornare i tuoi vecchi contenuti con questa “nuova” intenzione, se non l’hai ancora fatto. Utilizzare parole chiave di coda lunga (long-tail) in combinazione con questa nuova intenzione può portare numerosi benefici in termini di SEO nel 2023.

google-updates-analytics
quote

Molti siti web hanno contenuti scritti nella fase del “pensare e fare”. Questi sono stati scritti a scopo commerciale. Con l’introduzione dell’aggiornamento del contenuto utile, è sempre più importante focalizzare i contenuti nel fornire valore: le fasi del vedere, pensare e prendersi cura. Diciamo che stai vendendo dei divani, non devi solo parlare di quale sia il miglior divano, ma affrontare anche domande come ‘Quali elementi di arredamento si abbinano meglio a questo divano (vedere)?’ o rispondere a domande su come mantenere il divano (prendersene cura dell’utente)’. È così che puoi offrire contenuti utili ai tuoi visitatori.”

Pim Razenberg, esperto SEO

Cosa si intende per “contenuto utile”?

  • Un contenuto che è pensato per il pubblico (utile e prezioso)
  • Un contenuto che risponde alle domande degli utenti
  • Un contenuto scritto con competenza
  • Un contenuto che aggiunge qualcosa di nuovo, come fatti, prospettive o risposte alle domande
  • Un contenuto che risponde alle fasi di “vedere, pensare e preoccuparsi”

COSA SIGNIFICANO QUESTI AGGIORNAMENTI DI GOOGLE PER LA SEO DEL TUO SITO?

Continui a utilizzare eccessivamente le parole chiave nel tuo contenuto, rendendolo poco naturale? Allora è il momento di abbandonare queste pratiche obsolete, non credi? La chiave ora è assicurarsi che il tuo contenuto abbia un approccio naturale, includa parole chiave in modo appropriato (senza saturazione) e si basi su una ricerca solida. Con l’aggiornamento di MUM, Google presta anche maggiore attenzione ai contenuti visivi, come video e immagini. Se riesci a scrivere contenuti che stimolino l’immaginazione del tuo pubblico e li facciano sentire ben curati, allora saprai di essere sulla strada giusta.

È possibile che ti stia chiedendo come assicurarti che l’aggiornamento dei tuoi contenuti abbia un impatto positivo in termini di SEO. Fortunatamente, c’è una tecnica semplice per farlo: si chiama E-A-T. Ci dispiace deluderti: non ha nulla a che fare con il cibo, ma ha a che fare con aumentare il tuo punteggio SEO, il che è motivo sufficiente per continuare a leggere. Ti forniremo alcune conoscenze pratiche che puoi applicare immediatamente.

quote

“Credo che il trucco sia non farsi prendere dall’ansia per questi aggiornamenti di Google. Se rispetti le regole e le linee guida principali di Google, la probabilità di essere influenzato da un aggiornamento di Google è davvero bassa. Inoltre, vediamo che Google sta dando meno penalizzazioni per un comportamento scorretto. Ultimamente, a volte Google semplicemente sceglie di ignorare segnali che non ritiene corretti. Per quanto riguarda rimanere aggiornati sugli aggiornamenti, suggerisco di seguire alcuni esperti di SEO su Twitter, come Aleyda Solis o Lilly Ray, e ci sono anche siti web come Search Engine Land che offrono molte idee. Infine, una buona idea è seguire l’account Twitter di Google, dove fanno annunci sugli aggiornamenti di Google.”

Dennis Akkerman, CEO

CHE COS’È E-E-A-T?

Alla fine del 2022, Google ha aggiornato le linee guida di E-A-T. È stata aggiunta una E aggiuntiva, che significa “esperienza”. Ma perché è stato necessario questo ulteriore aggiornamento? Cominciamo con una breve spiegazione di dove è iniziato: le linee guida di E-A-T. E-A-T fa parte dell’algoritmo di Google e viene incluso nelle sue linee guida per la valutazione della qualità di ricerca. Questa linea guida dice a Google se il contenuto è prezioso per i lettori e se dovrebbe essere classificato bene (o no…).
Ma cosa c’entrano realmente questi termini?
Il nuovo E-E-A-T (Experience, Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness) significa Esperienza, Competenza, Autorità e Affidabilità:

  • L’esperienza del creatore del contenuto
  • La competenza dell’esperto nel campo del contenuto
  • L’autorità del creatore del contenuto, del contenuto stesso e del sito web
  • L’affidabilità del creatore del contenuto, del contenuto stesso e del sito web

Ciò che dicono le guide aggiornate di Google riguardo a E-E-A-T:

“Si considera fino a che punto il creatore del contenuto abbia l’esperienza necessaria reale e di prima mano sul tema. Molte tipologie di pagine sono affidabili e raggiungono il loro scopo in modo efficace quando sono create da persone con una vasta esperienza personale. Ad esempio, di chi ti fideresti di più: di una recensione di un prodotto scritta da qualcuno che ha effettivamente utilizzato il prodotto o di una “recensione” scritta da qualcuno che non lo ha fatto?”
Ciò che possiamo dedurre da questo è che Google valorizza sempre di più i siti web in cui il creatore del contenuto ha esperienza nel proprio campo. Di conseguenza, l’esperienza ha una relazione indiretta con la generazione di link di alta qualità che fanno riferimento a te come creatore di contenuto o al tuo sito web.
Il Digital PR e il link building sono strategie che non possono mancare per raggiungere questo obiettivo. Che tu abbia poca o molta esperienza, in entrambi i casi, queste strategie sono progettate per costruire autorità e possono aiutare enormemente a posizionarsi in alto nella classifica, soddisfacendo tutti gli aspetti di E-E-A-T. Tieni presente anche che includere il nome dell’autore sul tuo sito web, facendo riferimento alla tua esperienza come esperto nella materia, è molto importante.

quote

“Spero che Google estenda e ampli la sua politica di Google E-A-T. Ciò significa che i siti web dovranno fare uno sforzo maggiore per dimostrare chi si trova dietro al contenuto e qual è il loro livello di autorità”.

Dennis Akkerman, CEO

Tenendo presente ciò, puoi iniziare ad applicare le regole di E-A-T nell’ottimizzazione dei tuoi contenuti. A tal fine, puoi seguire i seguenti passaggi:

Passo 1: Osserva attentamente i tuoi concorrenti. Analizza quali argomenti importanti stanno affrontando e in che modo puoi utilizzare e migliorare il loro contenuto in modo unico. Ad esempio, ci sono argomenti di nicchia specifici che non hanno ancora affrontato? In particolare, considera come puoi rispondere meglio dei tuoi concorrenti alla categoria “la gente chiede anche”.

Passo 2: Crea regolarmente contenuti e mantieni il contenuto aggiornato. Integra nuovi fatti, nuove ricerche o eventuali tendenze in corso.

Passo 3: Trova modi per rendere te stesso come creatore di contenuti e il tuo sito web più affidabili. Questi possono includere profili dell’autore, link al tuo sito web/nome attraverso altre piattaforme affidabili e certificati/marchi commerciali che dimostrano che i prodotti che vendi sono affidabili. Ma ricorda anche che mantenere aggiornato il tuo sito web e adattarti agli aggiornamenti di Google e agli ultimi standard di sicurezza sono anche fattori che indicano fortemente la tua affidabilità.

Passo 4: Le opinioni forti e dettagliate dei clienti soddisfatti sono anche un indicatore molto importante per Google. Quindi, potrebbe essere il momento di aprire la tua casella di posta elettronica e inviare un sondaggio per chiedere ai tuoi clienti la loro opinione per l’anno prossimo.

Passo 5: Dai un’occhiata alle immagini o ad altri media che hai implementato sul tuo sito web. È bene fare una revisione critica per vedere se questo contenuto soddisfa ancora gli standard di qualità attuali. Allo stesso modo della scrittura di testi, è importante che le tue immagini promuovano in modo efficace il tuo marchio.

quote

“Includi un piano di contenuti basato su parole chiave long-tail per l’anno prossimo nella tua strategia. Se lo fai all’inizio dell’anno, avrai molti argomenti su cui scrivere contenuti durante tutto l’anno”.

Pim Razenberg, esperto SEO

ARRICCHISCI IL TUO CONTENUTO CON L’OTTIMIZZAZIONE TECNICA SEO

Oltre all’ottimizzazione del contenuto, ci sono altri aspetti che renderanno la tua strategia pronta e all’altezza nel 2023. Dai un’occhiata ai seguenti punti per assicurarti di essere completamente pronto a iniziare.

Snippet in primo piano
Gli snippet in primo piano (o featured snippets in inglese) sono frammenti di testo che appaiono nella parte superiore dei risultati di ricerca di Google (posizione 0). Forniscono agli utenti risposte rapide alle loro query di ricerca. I snippet in primo piano hanno una maggiore probabilità di comparire quando gli utenti effettuano ricerche che richiedono informazioni dettagliate per rispondere a domande specifiche sui motori di ricerca. Ciò significa che puoi guadagnare un posto in cima tramite la scrittura di contenuti! Fantastico! Assicurati di raggiungere questa posizione nel 2023 scrivendo risposte alle domande degli utenti.

quote

“Assicurati che il tuo contenuto sia prezioso per rispondere alle domande. Scrivi frasi concise e singole nel tuo testo, in questo modo avrai una maggiore probabilità di essere mostrato negli snippet in primo piano”.

Pim Razenberg, esperto SEO

Snippet arricchiti

Gli snippet arricchiti sono risultati di ricerca di Google che mostrano dati aggiuntivi. Di solito, queste informazioni aggiuntive vengono estratte dai dati strutturati presenti nell’HTML di una pagina. I risultati arricchiti aggiungono interesse visivo, più informazioni e maggiore utilità per i motori di ricerca. Alcune tipologie comuni di snippet arricchiti includono:

  • Organizzazione
  • Musica
  • Ricette
  • Recensioni
  • Marchi di prodotto
  • Principali notizie
  • Video
  • Eventi

Probabilmente ci sono alcuni di questi nella lista a cui puoi aggiungere dati strutturati. Cosa stai aspettando? Aggiungi quanto segue in maiuscolo alla tua lista di cose da fare: Aggiungere dati strutturati alla mia strategia per il 2023! Gli snippet arricchiti faranno apparire il tuo sito web affidabile, il che non è solo un fattore di classifica, ma è anche estremamente importante per il tuo tasso di clic.

PREPARATI PER IL 2023

Con queste informazioni e consigli dai nostri esperti, speriamo di averti ben orientato in questo 2023! Applica i passaggi alla tua strategia e inizia a raggiungere gli obiettivi che ti aiuteranno a posizionarti finalmente nella pagina principale di Google.

Link building e SEO

Infine, ma non meno importante, un elemento importante della tua strategia è il link building.

Perché è importante combinare la Link building con la SEO?

Lo scopo del link building è migliorare il posizionamento nei motori di ricerca per parole chiave specifiche. Il numero di link che puntano da altri siti web al tuo sito web viene chiamato profilo di link. Il valore di quei siti web esterni gioca un ruolo importante nel processo di posizionamento. In combinazione con un piano di contenuti SEO a lungo termine, i backlink possono aiutarti a ottenere autorità più velocemente. Ma devi fare attenzione, il link building in combinazione con la SEO funziona solo se viene fatto correttamente e utilizzando backlink di alta qualità.
Ora che siamo arrivati alla parte finale, ti offriamo un breve riassunto dei passaggi più importanti che non devi dimenticare per preparare il tuo sito web per il 2023.

Un breve riassunto

Ora che siamo arrivati alla parte finale, ti offriamo un breve riassunto dei passaggi più importanti che non devi dimenticare per preparare il tuo sito web per il 2023.

  • Assicurati che tutti gli aspetti tecnici siano in ordine utilizzando una SEO checklist nella guida.
  • Utilizza buoni strumenti SEO per assicurarti di ottenere i migliori risultati.
  • Concentrati sulla scrittura di contenuti preziosi, assicurandoti anche di soddisfare l’intento di “vedere e prendersi cura”.
  • Segui i passaggi nella guida per applicare la regola E-A-T al tuo contenuto.
  • Includi un piano di contenuti basato su parole chiave di coda lunga per l’anno prossimo nella tua strategia.
  • Scrivi contenuti che rispondano alle domande importanti del tuo pubblico.
  • Aggiungi dati strutturati alla tua strategia per il 2023.
  • Utilizza il link building in combinazione con la SEO.

Isabella si occupa della creazione di contenuti presso Seeders Group. Produce contenuti brevi e lunghi per tutti i canali di comunicazione di Seeders. Isabella è specializzata nei social media e nella scrittura di testi.